L’ eco di San Carlo – Domenica 04 Maggio 2014

Scarica la versione pdf premendo qui pdf (617KB)

humilitasL’editoriale
Non solo €uro 
Fra tre settimane si vota per il Consiglio d’Europa e, a Novate Milanese, anche per l’amministrazione della città.
Serpeggiano due grosse tentazioni. La prima è quella di chi dice: “Basta! tanto i politici son tutti ladri e non risolvono nulla” e finisce in un disimpegno astensionista o in pura protesta. La seconda è di chi è preoccupato solo della crisi economica: sacrosanta preoccupazione. Ma occorre andare più al fondo, occorre un cambiamento di rotta nel modo stesso di vedere il bene comune, la stessa funzione della politica e dell’Europa, i problemi del lavoro, della povertà … Il punto è che sia la politica che la finanza hanno perso i fondamenti ideali e quindi è rimasto come unico scopo il mero interesse individuale, non il bene comune. Perciò io non dico “meno politica”, ma “più politica vera” che abbia la forza di tentare di arginare e regolare gli imperi finanziari perché tornino al servizio dell’uomo e del lavoro. Occorrono grandi uomini, come i fondatori dell’Europa nel dopoguerra. Occorre che la persona riprenda consapevolezza della sua dignità, del suo compito, delle sue relazioni.
Perché questo accada, bisogna rimettere al centro l’educazione. Non bastan le regole e le leggi, non basta riempire la giornata di cose da fare e fornire abilità per riuscire (ma per quasi tutti oggi l’educazione si limita a questo!). Occorrono esperienze in cui ci si aiuti a rispondere alla domanda “Io chi sono?” e che suscitino desideri alti, esperienze di relazioni e di impegno gratuito, di assunzione di responsabilità … Altro che educare ai diritti individuali del poter fare ciò di cui ho voglia: questo distrugge la responsabilità della persona e distrugge la famiglia e la sua missione educativa; è un progetto perfettamente in sintonia con una finanza e una politica a proprio uso e consumo. Rispettiamo le scelte personali e siamo contro ogni discriminazione, ma occorre fermamente opporsi all’imposizione del pensiero unico LGBT nella scuola, nella cultura, nelle leggi. In Europa e a Novate desidero politici che abbiano a cuore l’educazione vera.
Il lavoro educativo non può essere delegato ad altri, ai politici dell’Europa o di Novate; chiedo ai politici che siano veramente laici, cioè che rispettino e favoriscano le esperienze educative. Ma soprattutto chiedo a me e a tutti, laici e cattolici, di compiere e testimoniare esperienze vere di umanità.
don Giovanni

 

PAROLA DEL PAPA  PAPA
Cari fratelli e sorelle,
prima di concludere questa festa della fede, desidero salutare e ringraziare tutti voi!
Ringrazio i fratelli Cardinali e i numerosissimi Vescovi e sacerdoti di ogni parte del mondo.
La mia riconoscenza va alle Delegazioni ufficiali di tanti Paesi, venute per rendere omaggio a due Pontefici che hanno contribuito in maniera indelebile alla causa dello sviluppo dei popoli e della pace. Uno speciale ringraziamento va alle Autorità italiane per la preziosa collaborazione. Con grande affetto saluto i pellegrini delle Diocesi di Bergamo e di Cracovia! Carissimi, onorate la memoria dei due santi Papi seguendo fedelmente i loro insegnamenti.
Sono grato a tutti coloro che con grande generosità hanno preparato queste giornate memorabili: la Diocesi di Roma con il Cardinale Vallini, il Comune di Roma con il Sindaco Ignazio Marino, le forze dell’ordine e le varie Organizzazioni, le Associazioni e i numerosi volontari. Grazie a tutti!
Il mio saluto va a tutti i pellegrini – qui in Piazza San Pietro, nelle strade adiacenti e in altri luoghi di Roma -; come pure a quanti sono uniti a noi mediante la radio e la televisione; e grazie ai dirigenti e agli operatori dei media, che hanno dato a tante persone la possibilità di partecipare. Ai malati e agli anziani, verso i quali i nuovi Santi erano particolarmente vicini, giunga uno speciale saluto.
Ed ora ci rivolgiamo in preghiera alla Vergine Maria, che san Giovanni XXIII e san Giovanni Paolo II hanno amato come suoi veri figli.
Regina caeli…
(Papa FRANCESCO, ANGELUS, Piazza San Pietro, Domenica della Divina Misericordia, 27 aprile 2014)

 

Giovedì 8 maggio il cardinale ci chiama tutti in p.za duomo per le 21: “Venite a vedere questo spettacolo”:  Musica, teatro, arte, letteratura, testimonianze, preghiera, intorno alla Croce con la Reliquia del Santo Chiodo. Si va autonomamente. Anche al pomeriggio ci sono incontri sulla sofferenza, la cultura, il lavoro e l’economia, i migranti (Vedi volantino).

La Parrocchia propone

  • Oggi è presente p. Alcuin a cercare aiuti per la chiesa di Lizaboni in Tanzania; una cassetta anche rimane in settimana.
  • Oggi c’è la raccolta alimenti per il Banco di Solidarietà.
  • Oggi è la giornata dell’Università Cattolica.
  • In preparazione alla Prima Comunione di domenica prossima alle 15, oggi c’è il ritiro dalle 14.30 alla messa; e martedì e giovedì gli incontri.
  • Mese di maggio: martedì messa alle 20.45 in via M. Bianco 9; mercoledì alle 20.45 rosario in chiesa; venerdì alle 21.15 in via Bollate 75.
  • Mercoledì 7 maggio alle ore 14.30 si recita il rosario in cappellina.
  • Venerdì 9 maggio ore 21 in Villa Venino l’AC propone l’incontro “Ripartiamo? lavoro e Futuro” con il sociologo Francesco Marcaletti.
  • Sabato 10 maggio ore 21.15 dopo la messa c’è l’ultimo concerto qui in S. Carlo.  Al cinema Nuovo c’è una commedia alle 21.
  • A Cormano il 18 maggio c’è la Fiera dell’usato donato a favore di AVSI: ci chiedono di offrire l’usato. Vedi pieghevoli in atrio.
  • Domenica 18 maggio c’è la giornata del malato: mattino e pranzo all’Oasi; ore 15 rosario e messa in Ss. Gervaso e Protaso.
  • Giovedì 22 maggio pellegrinaggio decanale a Caravaggio: 18.45 partenza, 20.30 Rosario e Messa. Iscriversi sul foglio in atrio. € 10 per il pullman da versare in segreteria.
  • Sono pronti i volantini per l’iscrizione all’oratorio estivo. Gli educatori dell’oratorio estivo si incontrano i lunedì 12 e 19 maggio al S. Luigi ore 18 (non 18.30!)-19.30; occorre ritirare il foglio iscrizione e parlare con don Giovanni.

Fondo Diocesano Famiglia Lavoro: fase 2

  • Per sostenere la formazione e la riqualificazione.
  • Microcredito per famiglie in difficoltà o per avvio di micro imprese.
  • Accompagnamento e formazione per fare impresa.
  • Contributi a fondo perso per chi ha perso tutto.
  • Contattare la Caritas locale, p.za della Chiesa, martedì e venerdì ore 10-12; giovedì 14.30-17, telefono 3295432961

Nuovi contributi al fondo: fai la tua donazione ad “Arcidiocesi di Milano”, causale “Fondo Famiglia-Lavoro” (IBAN: IT03Z0351201602000000002405 o CCP: 312272)  (vedi anche www.fondofamiglialavoro.it  tel 0258431212)

La Caritas propone (sala parrocchiale, p.za della Chiesa, Novate M., tel. 3295432961):
CENTRO DI ASCOLTO  martedì e venerdì ore 10-12;  giovedì  ore 14.30-17
CENTRO LAVORO per chi cerca occupazione, per chi offre posti lavoro martedì e venerdì ore 10-12;  giovedì  ore 14.30-17 e ore 20

Il 5 per mille (Codici Fiscali di alcuni enti)
Invitiamo  gli interessati a segnalarci eventuali inesattezze

Piccola Fraternità (nostro banco di solidarietà)      97032880151
Associazione sportiva “S. Carlo Humilitas”(nostro oratorio)                    97412160158
Scuola materna Giovanni XXIII, Novate           03574730150
La Tenda onlus, Novate                    97269160152
Banco Alimentare (raccolta alimentari in Italia)                    97075370151
Unitalsi           04900180581
Cooperativa dei fiori, Bresso 04074390156
Associazione Giovanni Testori 12635680155
AVSI 81017180407

Per gli avvisi della settimana vedere gli AVVISI

This entry was posted in Archivio Eco di San Carlo. Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post. Both comments and trackbacks are currently closed.